Pd e M5S alle amministrative: fratelli coltelli

Le primarie sono andate in cantina ma il Partito Democratico non convince. E convince ancora di meno la propria base elettorale quando si dichiara alleato del Movimento di Grillo. Vecchio o nuovo che sia. Quando il Pd si schiera invece contro i grillini per esigenze di schieramento le cose vanno meglio. Tutto questo mentre a … Leggi tutto

Roma caput latrones et compromissis

La situazione della Città Eterna è allo sbando. Chiunque arriverà in Campidoglio avrà a che fare con mille problemi irrisolti. E non è certo tutta colpa di Virginia Raggi, beninteso. Troppi anni di malgoverno e di compromessi hanno fiaccato la volontà e la resistenza dei romani, ormai delusi e diffidenti. Roma – I sindaci di … Leggi tutto

Referendum giustizia: Letta e Conte pollice verso

Il referendum funziona quando la volontà popolare viene rispettata. Se viene calpestata, come è già successo, le urne servono a poco. Il Pd spera che la Lega esca dal governo ma dovrebbe preoccuparsi di più dei suoi problemi interni e del rapporto con il nuovo M5S di Conte che tarda a scendere in campo. Roma … Leggi tutto

Il 2 giugno all’insegna del cambiamento e della parità di genere. Per ripartire col piede giusto

Mattarella spinge l’acceleratore sulla parità dei diritti fra donne e uomini che hanno bisogno ancora di interventi concreti. Tutti dobbiamo contribuire alla rinascita del Bel Paese svolgendo il ruolo che ci è stato assegnato nella società. Il 2 giugno non deve rimanere una sterile commemorazione ma diventare la piattaforma di lancio per una nazione che … Leggi tutto

ROMA – PRIMARIE SI, PRIMARIE DAI, PRIMARIE FANTASMA: CALENDA STA A ROMA COME LETTA AI 5S

Roma è importante e chiunque andrà a fare il primo cittadino sa bene quanto sia rognoso il Campidoglio, specie dopo la Raggi. Calenda sa bene quello che fa, Letta un po' meno. Roma – Tira una brutta aria tra le file della sinistra. A mettere le cose in chiaro è Carlo Calenda, dal suo profilo … Leggi tutto

ROMA – SI O NO CHE SIA NON CAMBIERA’ ASSOLUTAMENTE NULLA. IL VOTO CHE CONTA E’ QUELLO POLITICO

Il risultato del Referendum non cambierà un bel nulla. Il Paese ha bisogno di un cambiamento radicale ai vertici della politica nazionale. Le elezioni sono molto più importanti per gli assetti dei partiti che qui rischiano grosso. Roma – Ai 46.641.856 cittadini elettori ancora l’ultima parola. Così per la terza volta, in quattordici anni, agli … Leggi tutto