Facebook e la censura: di tutta l’erba un “Fascio”?

Cagliari – Stefano Poma è un imprenditore di 36 anni che nonostante la sua giovane età ha già fatto parecchia strada nella sua Sardegna. Dopo avere fondato la casa editrice “L’Universale” dirige “Il Caffè” una rivista settimanale di attualità, politica e cultura il cui scopo è fare informazione con etica, obiettività e sarcasmo. Anche Stefano ha … Leggi tutto

ROMA – CHI E’ CONTROCORRENTE PAGA PEGNO: QUANDO LA MEDICINA E’ A SENSO UNICO

La scienza dovrebbe essere dibattito e confronto. I medici che manifestano opinioni diverse rispetto agli altri colleghi vanno rispettati e le loro argomentazioni possono essere condivide o meno. Censurare e zittire ci riporta indietro nel tempo, quando c'era Lui, caro Lei. Roma – Tempi pazzi, tempi di Covid. Tempi in cui il termine “negazionista” ha … Leggi tutto

ROMA – OLTRE TRENTAMILA SENTENZE OSCURATE ON LINE: EVVIVA LA DEMOCRAZIA!

Un numero esorbitante di notizie mancate quando non si fa altro che parlare di corretta informazione e pluralismo. La mannaia della censura e del bavaglio ha colpito ancora violando Costituzione e codici. Tanto non paga nessuno. Roma – Sono state oscurate on line, negli ultimi anni, ben 32344 sentenze ed ordinanze civili e penali. Una notizia … Leggi tutto

ROMA – QUEI BORDELLI DEL PENSIERO CHE SI CHIAMANO GIORNALI: SLOW JOURNALISM, UNA CHIMERA?

Un giornalismo meno urlato, meno assordante e confuso e meno portato alla ricerca dello scoop ad ogni costo. Un'informazione più riflessiva, rispettosa, pacata, che accompagna la notizia verso il lettore e viceversa, questo è il giornalismo da preferire. E’ stato definito slow journalism. E’ davvero la soluzione? Roma – Ormai risulta difficile resistere davanti alla … Leggi tutto

USA – CENSURATO VIA COL VENTO: FILM RAZZISTA.

Il colosso statunitense Hbo ha deciso di ritirare il colossal “Via col Vento” perché classificato come film razzista. Il gesto di ritirare il film rendendolo indisponibile sulla piattaforma di Hbo, avviene a seguito delle proteste per l’uccisione dell’afroamericano George Floyd ad opera della polizia di Minneapolis. Il film verrebbe censurato perché prodotto di una cultura … Leggi tutto