La scena del Crimine: per capire con cognizione di causa. E per non farci ingannare dallo spettacolo – 9 –

Un tempo erano solo calendari e riviste porno che potevano soddisfare le pulsioni sessuali di studenti e manovali. Oggi basta uno smartphone per navigare su migliaia di siti pornografici, blog e chat di incontri per tutti i gusti, anche quelli più estremi e pericolosi. Questo come anticipazione ad altri argomenti strettamente collegati al sesso e … Leggi tutto

La scena del Crimine: per capire con cognizione di causa. E per non farci ingannare dallo spettacolo – 8 –

Il caso giudiziario finito con la condanna definitiva del muratore di Mapello presenta dubbi e perplessità mai chiariti. Nel nostro excursus tentiamo di indurre ragionamenti alternativi e scenari differenti che possono indurre a conclusioni diverse. Sulla vicenda, infatti, non è stata detta l’ultima parola. Prima di discutere in ordine all’attendibilità relativa alla determinazione esatta o … Leggi tutto

La scena del Crimine: per capire con cognizione di causa. E per non farci ingannare dallo spettacolo – 7 –

Dubbi e perplessità sul “fantomatico” furgone bianco poi attribuito al muratore di Mapello che se ne sarebbe servito per rapire la sua vittima e trasportala poi sul luogo del delitto. Un’analisi approfondita dei luoghi, dei tempi e delle circostanze renderà incerte diverse verità che hanno contributo non poco alla sentenza di condanna. Dunque, se si … Leggi tutto

La scena del Crimine: per capire con cognizione di causa. E per non farci ingannare dallo spettacolo – 6 –

Dal delitto di Garlasco a quello di Brembate. Il DNA di Ignoto-1 è un artefatto? Esistono ipotesi alternative? Come avrebbe fatto uno sconosciuto (Massimo Bossetti) ad accostarsi al marciapiede che la ragazzina stava percorrendo per recarsi nella vicina abitazione e convincerla a salire sul furgone? Ad oggi è ancora tutto avvolto nel mistero. Come potrebbero … Leggi tutto

La scena del Crimine: per capire con cognizione di causa. E per non farci ingannare dallo spettacolo – 5 –

L’omicidio di Chiara Poggi è forse uno dei casi giudiziari più controversi degli ultimi anni. Alberto Stasi è stato riconosciuto come l’unico colpevole del delitto. Ma è stato proprio cosi? Le indagini sono state esperite cosi bene da giungere a prove schiaccianti contro il commercialista? Che cosa non convince dei gravi indizi di colpevolezza? Le … Leggi tutto

La scena del Crimine: per capire con cognizione di causa. E per non farci ingannare dallo spettacolo – 4 –

In questa quarta puntata entriamo nel vivo dell’indagine con le testimonianze orali e scritte per poi passare all’interrogatorio giudiziario nel contesto dei “dialoghi” fra soggetti che, a diverso titolo e circostanza, possono riferire accadimenti e riconoscere persone “sospette”. Vedremo quanto importante sia la figura del testimone oculare nel procedimento penale. Come abbiamo illustrato in una … Leggi tutto

La scena del Crimine: per capire con cognizione di causa. E per non farci ingannare dallo spettacolo – 3 –

In questa terza parte analizzeremo il fascicolo fotografico e la corretta delimitazione della scena del crimine. Descriveremo lo schizzo planimetrico ed i suoi scopi ma cercheremo di focalizzare meglio, approfondendone le modalità, l’elemento immagine che costituisce una delle peculiarità più importanti nella risoluzione di un’inchiesta. Ora che abbiamo in mano il fascicolo fotografico vediamo che … Leggi tutto

La scena del Crimine: per capire con cognizione di causa. E per non farci ingannare dallo spettacolo – 2 –

Il secondo appuntamento riguarda la fotografia e il fascicolo fotografico ma, soprattutto, la realizzazione delle immagini digitali che, rispetto a quelle che si sviluppavano su carta in camera oscura, sono più suscettibili di errori e decadimento dell’immagine. Occhio dunque alla qualità dell’ottica, ai microprocessori che lavorano i pixel a disposizione e a tante altre peculiarità … Leggi tutto

La scena del Crimine: per capire con cognizione di causa. E per non farci ingannare dallo spettacolo

Questo contributo non vuole essere un vero e proprio trattato di criminologia, disciplina vastissima e multidisciplinare, piuttosto vuole fornire al lettore alcuni strumenti logici, utili ad evitare – e difendersi – da “suggestioni”, più o meno campate per aria, che troppo spesso i mass-media mettono in campo per riempire il proprio carniere di indici di … Leggi tutto