In 10mila contro il Green-pass: scontri fra polizia e manifestanti. Manganellate contro la guerriglia urbana dei gruppi di estrema destra

Il corteo partito da piazza del Popolo si è spostato verso palazzo Chigi. Fumogeni, catene e spranghe di ferro contro la polizia per protestare contro il Green-pass sui luoghi di lavoro. Giornalisti e troupe televisive costretti alla fuga. La tensione è ancora alta.

Roma – In migliaia contro Mario Draghi e gli operatori dell’informazione fomentati dagli attivisti di Forza Nuova. Quello che doveva essere un corteo pacifico per manifestare contro il certificato verde reso obbligatorio, dal 15 ottobre prossimo, ha scatenato un putiferio che potrebbe anche essere programmato.

Non si tratta più di cittadini che protestano pacificamente contro i provvedimenti del Governo ma l’occasione per reagire con violenza a polizia e carabinieri cercando a tutti i costi di strumentalizzare i No-vax e No-Green pass:”… Stasera ci prendiamo Roma – gridavano i picchiatori di Forza Nuova…”. Al momento alcuni gruppi oppongono ancora resistenza alla polizia anche con bombe carta ma pare che gran parte del corteo si sia ormai sciolto in buon’ordine.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa