Via libera alla corruzione: eliminiamo l’Anac

I paradossi sembrano essere appannaggio del governo Draghi, suo malgrado. Questa di togliere all’Agenzia nazionale Anti Corruzione i mezzi per combattere il triste fenomeno che dilaga nella pubblica amministrazione ci sembra una vigliaccata. E una strategia che avvantaggia le mafie negli appalti trasferendo ai controllati il ruolo di controllori. Roma – Dal Governo preoccupanti passi … Leggi tutto

Codice degli appalti: da rivedere contro le infiltrazioni mafiose

C’è chi vorrebbe toglierlo per adottare le normative europee notoriamente deboli contro la lotta alle mafie degli appalti pubblici. Bisognerebbe invece irrigidire lo strumento contro gli appetiti della criminalità abolendo il massimo ribasso privilegiando professionalità e imprese di provata fiducia e responsabilità. Roma – Non c’è accordo sulle nuove norme per velocizzare e far ripartire … Leggi tutto

ROMA – LOTTA AL VIRUS MA ANCHE AL MARCIUME DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. POI RISTORI E RIFORME

I primi interventi dovranno servire per chi sta soffrendo di più poi disco verde per lotta alla corruzione, riforma della giustizia, fisco e funzione pubblica. Lotta senza quartiere alla criminalità organizzata. Roma – Siamo in attesa dei fatti. L’Italia cambia colore ma poco importa, a questo punto. Gli italiani vogliono vedere i primi cenni di … Leggi tutto

LAMEZIA TERME – ‘NDRANGHETA, AIELLO ED ERMELLINO (MISTO): GIORNO STORICO PER LA CALABRIA. NON LASCIATE SOLO GRATTERI

325 imputati, 438 capi di imputazione, 600 avvocati, 30 parti civili, 224 parti offese individuate dalla Procura. Dati alla mano che ci ricordano i grandi processi contro la criminalità organizzata ma è solo l'inizio. Lamezia Terme – “…Nel giorno in cui la politica italiana, quasi incurante della drammatica emergenza in corso nel Paese, si azzuffa vergognosamente … Leggi tutto

CATANIA – BLITZ POLIZIA ETNEA: IN GABBIA 28 AFFILIATI ALLA MAFIA NIGERIANA.

Su Catania e provincia la mafia nigeriana è una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine. Prostituzione, droga e commercio di esseri umani gli affari più redditizi della criminalità alla pari con cosa nostra. Catania – La mafia nigeriana si muove con scioltezza anche nel territorio di “cosa nostra”. Sono in tutto 28 le persone arrestate, prevalentemente nigeriane, … Leggi tutto

BOLOGNA – ‘NDRANGHETA MESSA ALLE CORDE SULL’ASSE CALABRIA-LAZIO-TOSCANA-EMILIA.

Alcuni sodali calabresi legati alle ’ndrine comunicavano tra loro attraverso cellulari criptati, cryptophone Aquarius HQ, acquistati all’estero del valore di 2.500-3.000 euro, forniti da uno steward di una compagnia aerea albanese. Gli inquirenti sono stati più furbi. Bologna – Continua senza soste l’opera di contrasto alla ‘ndrangheta sull’asse Calabria-Lazio-Toscana-Emilia. I militari dei Comandi di Bologna, … Leggi tutto

BRUXELLES – IL PARTITO NEGAZIONISTA PREVALE IN EUROPA: LA MAFIA NON ESISTE…

Purtroppo i rappresentanti di alcuni Paesi membri continuano a negare la presenza delle criminalità organizzate all'interno del loro territorio. La lotta alle mafie dunque viaggia a scartamento ridotto con enorme nocumento per l'intero Continente. Bruxelles – Il Consiglio europeo si è riunito nelle scorse ore per discutere in merito al rafforzamento delle indagini finanziarie per … Leggi tutto

MILANO – SI AL PROGETTO LIBERI DI SCEGLIERE A SOSTEGNO DEI MINORI DI FAMIGLIE MAFIOSE.

Il progetto assicura una concreta alternativa di vita ai ragazzi minorenni provenienti da famiglie inserite in contesti di criminalità organizzata o che siano vittime della violenza mafiosa ed ai familiari che si dissociano dalle logiche criminali. Milano – Sì alla risoluzione della Commissione Antimafia: al via in Lombardia il progetto per donare un’alternativa ai minori … Leggi tutto

TRENTO – LA ‘NDRANGHETA DEL TRIVENETO SEMPRE PIU’ ATTIVA. BLITZ DELLA MOBILE.

Durante le indagini è emerso che l’organizzazione criminale locale aveva contatti con i cartelli colombiani per la fornitura di cocaina. Trento – La ’ndrangheta muove i suoi tentacoli dalla Calabria fino al Trentino Alto-Adige. L’operazione condotta dalla squadra mobile di Trento, guidata da Tommaso Niglio, ha mostrato come l’ingerenza delle “locali” sia arrivata ormai a … Leggi tutto

DALLA LOMBARDIA ALLA SICILIA COSA NOSTRA SCOMMETTE E RICICLA PER MILIONI DI EURO

Negli anni, grazie alla loro abilità imprenditoriale e ai vantaggi derivanti dalla “vicinanza” ai clan, gli indagati hanno acquisito la disponibilità di un numero sempre maggiore di licenze e concessioni per l’esercizio della raccolta delle scommesse, fino alla creazione di un impero economico. Milioni di euro il volume d'affari presunto. Palermo – Aprivano “centri scommesse” … Leggi tutto