I trapianti in Piemonte: storie e prospettive

A cura dell’Accademia di Medicina una riunione scientifica sull’importante argomento a cui parteciperanno i maggiori rappresentanti scientifici del comparto sanitario. Nella Legge 91/1999 si definisce la collocazione del CRT all’interno della rete di trapianto e si ampliano le funzioni legate alla gestione della donazione.

Torino – Venerdì 14 gennaio alle ore 21, l’Accademia di Medicina di Torino terrà una riunione scientifica, sia in presenza, sia in modalità webinar, dal titolo “I trapianti in Piemonte. Storia e prospettive”. L’incontro verrà introdotto da Piero Stratta, Professore di Nefrologia dell’Università del Piemonte Orientale e Giuseppe Segoloni, professore di Nefrologia dell’Università di Torino, entrambi soci dell’Accademia. Il relatore sarà Antonio Amoroso, professore di Genetica medica e coordinatore del Centro Regionale Trapianti per il Piemonte e la Valle d’Aosta.

Giancarlo Isaia Cammarota – Presidente Accademia di Medicina di Torino

Sono passati quarant’anni dall’istituzione del Centro Regionale Trapianti (CRT, 1981), che inizialmente si occupava di individuare i soggetti idonei a ricevere un trapianto, eseguire i test immunologici necessari, produrre e scambiare i reagenti per l’indagine immunogenetica, conservare i campioni di cellule di donatori e riceventi di trapianto.


Negli anni successivi si è ampliata l’attività di promozione dei trapianti e di presentazione dei risultati: in particolare, in seguito all’attivazione dei programmi di trapianto di cuore, fegato, polmone, pancreas e midollo osseo da donatore non consanguineo, si sono rese necessarie espletare funzioni di coordinamento del trapianto di midollo osseo e della tipizzazione tessutale in Regione.

Centro Regionale Trapianti – Piemonte

Nella Legge 91/1999 si definisce la collocazione del CRT all’interno della rete di trapianto e si ampliano le funzioni legate alla gestione della donazione: garanzia dell’idoneità del donatore, organizzazione dei trasporti di équipe, organi, materiali, tessuti, controllo del follow up dei riceventi, gestione dei dati di attività della Regione.

Si potrà seguire l’incontro sia accedendo all’Aula Magna dell’Accademia di Medicina di Torino (via Po 18, Torino), previa prenotazione da effettuare via mail all’indirizzo accademia.medicina@unito.it e dietro presentazione del Green Pass, sia collegandosi da remoto al sito www.accademiadimedicina.unito.it.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa