METAL DETECTOR – VANQUISCH MODELLI BASE: PER PRINCIPIANTI O COME SECONDA MACCHINA

Per chi intende cimentarsi nelle ricerche e non ha esperienza non c'è di meglio che questi due metal. Indicati per target a basse profondità sono pronti per l'uso.

Ciao a tutti Amici e ben trovati questa settimana con una nuova recensione doppia, oggi parleremo del Vanquish 330 e 440. Nelle recensioni precedenti abbiamo parlato del fratellino maggiore ovvero il 540, e oggi grazie alla Detector Center di Cervia che ci ha inviato queste due macchine possiamo approfondire il tema.

Cominciamo con le differenze che possiamo notare già dall’apertura della scatola: il 330 si presenta solo col metal detector, le istruzioni e le batterie già integrate mentre sul 440 troviamo anche il copri display, le cuffie col cavo e il laccetto del poggia braccio. Le piastre sono V10 in entrambi i casi mentre il fratellone maggiore utilizzava già una V12 più grande.

Tutta la serie Vanquish funziona come accendi e vai e non necessita di bilanciamenti del terreno. Nella serie 330 abbiamo solo quattro pulsanti: a sinistra il pulsante dell’accensione, pulsante per il volume, il pulsante per la sensibilità in quattro livelli, il pulsante per cambiare i tre programmi preimpostati.

Nel 440 invece abbiamo una pulsantiera molto più ampia: tasto accendi e spegni, pulsanti per regolare il volume più o meno, pulsanti per la sensibilità con nove valori, pulsante per modificare la discriminazione, pulsante accetta-rifiuta, pulsante per modificare i quattro programmi dei quali uno customizzabile e infine un pulsante per poter passare dalla modalità discriminazione alla modalità metal in un Touch. Per assemblare queste due macchine il tempo è di circa un paio di minuti. Dunque subito alla ricerca.

 

Come di consueto andiamo a fare i soliti test di profondità nel nostro campo: utilizzando una moneta di Vittorio Emanuele da 3 cm.

In questo caso la moneta era già seppellita dalla volta precedente a una profondità di 40 cm. Curiosi di provare se questi due metal detector la rilevassero abbiamo fatto una prova senza discriminazione e con sensibilità al massimo, purtroppo essendo metal di fascia bassa e con una piastra piccola come pensavamo non sono riusciti a rilevarla.

Abbiamo quindi deciso di portare la moneta a circa 30 cm ricoprendo la buca e passando i detector la stessa viene rilevata come oggetto ferroso in un senso mentre nell’altro come oggetto buono ma comunque molto ma molto al limite. A nostro avviso un segnale così non sarebbe da scavare.

Portando poi a una profondità di 25 cm i detector si comportano egregiamente rilevando la moneta e indicando una sorta di ID che ricordiamo nei Vanquish vanno da meno 9 a più 40

Possiamo immaginare che con la piastra V12 sicuramente la profondità aumenta ma con queste piastre pecca un po’ aumentandone però la separazione.

Se volete vedere il video del test seguiteci su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=d3TdFV2Q9H0. Ringraziamo nuovamente la Detector Center di Cervia per averci mandato le macchine per i test.

Alla prossima settimana!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa