METAL DETECTOR – MAXXIM XP: UNA MACCHINA PER TUTTI, DAI NEOFITI AI PIU’ ESPERTI

Un apparecchio rapido senza calibrazioni e che permette di entrare subito in funzione sul campo. La precisione e la sensibilità sono quelle che sono ma l'orecchio fino fa il buon target.

Ciao a tutti Amici e ben trovati anche questa settimana. Rimaniamo in casa XP con un altro metal detector analogico: il MAXXIM. Nella sua confezione troviamo l’asta telescopica, la piastra da 9″ col suo salva piastra, il box dell’elettronica, il kit di fissaggio piastra, la borsa hip mount e le cuffie con filo regolazione del volume.

Come il fratellino ADX, anche questo metal ha la possibilità di agganciare il box comandi alla cintura rendendolo così molto più leggero. Il MAXXIM è alimentato da otto batterie da 1,2 Volt che riescono a fornire una carica di circa 40 ore di utilizzo, al termine della quale il detector cambierà il tono dei suoni per far capire al ricercatore che le batterie si stanno esaurendo.

Il metal detector funziona ad una frequenza di 17 kHz per una ricerca sensibile anche di piccoli oggetti. Il suo peso  è complessivamente di 1,425 kg. Esiste anche la possibilità di avere in dotazione le cuffie wireless acquistando la versione WS.

Questa macchina è di semplice utilizzo e non richiede nessun tipo di abbattimento del terreno. Nel box comandi si trova il tasto sensibilità che ci permette, con una piccola rotazione verso destra, di accendere il nostro detector e di regolare poi la potenza del segnale alla piastra per poter aumentare la profondità di rilevazione.

La seconda manopola ha la funzione di regolare la sensibilità del metal detector rispetto agli oggetti ferrosi. Al contrario, lasciando l’apparecchio in posizione “all metal” possiamo rilevare tutti i metalli, mentre alzando poco alla volta il livello, avremo un detector a 3 toni che dividerà i target in base alla conduttività.

Consigliamo l’acquisto di questo metal detector per tutti coloro che non vogliono avere troppe impostazioni bensì un detector semplice all’uso, del tipo “accendi e vai.

Vi ricordiamo inoltre che per seguire tutti i nostri video test potete seguirci sul canale YouTube RRS metal detector.

 

Ti potrebbe interessare anche —->>

METAL DETECTOR – VI RICORDATE DEL FISHER F19? PUO’ ANCORA SBALORDIRVI

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa