L’amore che supera le barriere del più bieco conformismo

La giornata del ricordo e le manifestazioni che la caratterizzano mirano a promuovere la cultura del rispetto, della tolleranza e dell’inclusione contro ogni pregiudizio e discriminazione sulla base dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere.

Roma – Anche l’UE ha dedicato ampi spazi alla giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bisessualità. A parlarne è Ursula von der Leyen su Twitter dove la presidente della Commissione europea ricorda il concerto di libertà in senso ampio:”…Sono fermamente e con orgoglio per una vera Unione dell’uguaglianza. Nell’Ue si deve poter essere chi si è, vivere ed amare liberamente...”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente del Consiglio europeo: “…L’amore è amore – ha detto Charles Michelogni giorno...”. Anche il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, è intervenuto in merito alla ricorrenza annuale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia amplificando il pensiero dei rappresentati europei di Bruxelles:

Jens Stoltenberg

 “…Le persone Lgbtq danno un contributo importante alla Nato – ha aggiunto Stoltenberg su Twitter – e alla nostra sicurezza condivisa. Diversità e l’inclusione sono al centro di ciò che siamo e di ciò che facciamo, ma abbiamo ancora molta strada da fare. Avrete sempre un alleato in me...”. 

La scelta della data del 17 maggio commemora il giorno del 1990 in cui la World Health Organisation decise di eliminare definitivamente l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali. Una grande conquista sociale che negli anni è stata ricordata in tutto il mondo in generale, in Italia in particolare, e nonostante la pandemia, con manifestazioni e momenti di riflessione in tutta Italia

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa