Garau: venditore del nulla

Dopo il successo di “Io sono”, l’artista sardo firma una nuova opera invisibile. L’unica cosa che esiste sul serio è il certificato di autenticità. Insomma si certifica ciò che non esiste. Grande artista o furbo imbonitore di fumo?


Milano – E’ stata venduta lo scorso maggio, l’opera di Salvatore Garau dal titolo “Io sono”, aggiudicata per 15.000 euro presso Art-Rite, auction house milanese.

La scultura, denominata “Io sono”, è immateriale

A circa 100 anni dal ready made di Marcel Duchamp, che affermava il concetto che anche oggetti di uso comune, come per esempio una porta, potevano “diventare artese un artista se ne attribuiva la paternità. O l’idea degli anni Sessanta (che videro Piero Manzoni esporre uova firmate e poi mangiate o Bansky, la cui opera una volta acquistata si autodistruggeva), Garau arriva alla sublimazione del concetto, sostenendo che “…Anche l’immateriale può essere considerato un’opera d’arte, purché lo affermi un artista…”.

Il futuro dell’arte di Garau sembra luminoso e non solo perché le sue opere vengono esportate in tutto il mondo. A pochi passi dalla Borsa di New York c’è “Afrodite piange”, la terza di sette opere dell’artista sardo.

“Afrodite piange” scultura di “aria e spirito” di Salvatore Garau

Le sculture prendono forma grazie all’immaginazione di chi osserva” e, a differenza dell’arte digitale e delle opere materiali, le sculture di Garau sono la negazione dell’immagine, la metafora secondo l’artista, dell’assenza, che è la vera presenza dei tempi in cui viviamo.

Non si scompone lo scultore per le critiche sui social scatenate dalla sua opera “Io sono” e risponde per le rime ai suoi detrattori:

“…Sinceramente ritengo che si tratti di una cifra irrisoria se paragonata ad alcuni NFT o sculture vendute per milioni di dollariSì, ho venduto un niente colmo del tutto, anche dei 40 anni della mia arteC’è troppo di niente che viene venduto per qualcosa, e nessuno si scandalizza…”.

La scultura invisibile di Salvatore Garau “Davanti a te”

Dopo il successo di “Io sono”, la casa Art-Rite di Milano, ha battuto il 12 ottobre scorso una nuova scultura immateriale dello stesso autore, dal titolo “Davanti a te”. La scultura del valore di 27.120 euro, ha dimensioni di circa 200×200 cm. e come indicato nel certificato di autenticità firmato dall’artista, l’unico elemento tangibile, è “…da collocare in uno spazio libero da qualsiasi ingombro…”.

Il concetto dell’arte di Garau è forte e chiaro ma sarà impossibile attribuire a lui la frase “Gioia e fatiche dell’artista”, dati i palesi sforzi dell’artista…

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa