Consigli per chi inizia una splendida avventura

La conoscenza delle leggi che regolano il settore e la scelta di una macchina semplice ed efficace rappresentano i requisiti per incominciare con il piede giusto. Occhio alle notizie carpite in rete: non è tutto oro quello che luccica.

Ciao a tutti amici e ben trovati, questa settimana vogliamo affrontare un argomento un po’ più particolare. Quante volte ci è capitato di leggere su web notizie riguardanti i migliori metal detector in commercio?

Con nostro grande stupore per lo più ci siamo imbattuti in informazioni che a nostro parere sono piuttosto fuorvianti e inesatte. In molti casi infatti questi apparati sono sponsorizzati da rivenditori, quando va bene, o dalle stesse case produttrici che pubblicizzano il metal decantandone le qualità ma soprattutto il prezzo.

Una siffatta valutazione non solo è ben poca cosa ma non serve a nulla atteso che il potenziale cliente, specie se neofita, necessita di informazioni ben più approfondite ed esatte. Noi riteniamo che per entrare nel mondo delle ricerche sotterranee occorra, prima di ogni cosa, conoscere bene la legislazione italiana magari navigando sul sito della Federazione Italiana Metal Detecting (www.fimd.it) dove si possono trovare tutte le info indispensabili per iniziare con il piede giusto questo straordinario hobby.

In base alla nostra esperienza chi muove i primi passi verso questa splendida avventura non deve spendere un capitale ma acquisire dimestichezza dapprima con macchine semplici quali potrebbero essere, ad esempio, il Garrett Ace 250 recentemente sostituito dalla versione più aggiornata 300i o il Simplex della Nokta Makro che a nostro avviso è molto più completo ed è pure subacqueo. Da provare anche il Quest X10, altra buona macchina. I prezzi di questi metal si aggirano sui 200-300 euro.

Cifra minima per cominciare a divertirsi. Passiamo poi a metal di fascia media da acquistare se la passione continua e se vi sentite già un po’ più esperti: abbiamo il Vanquish 540, ottimo multifrequenza, Macro Racer 2, Quest q 40 ed ancora il Garrett Ace 400i e l’Apex, macchine che danno molte soddisfazioni il cui costo oscilla dai 400 ai 500 euro.

Quando poi vi sentirete degli autentici “Indiana Jones” ecco per voi i metal di fascia alta come Equinox di Minelab, l’Anfibio della Nokta Makro, At Pro, l’F19 della Fischer, e ancora l’Aka Signum Mfd e il mitico Xp Deus. Questi ultimi partono 600 euro sino a raggiungere i 1200.

E’ ovvio che in commercio ci sono ancora centinaia di altri metal con intere serie e modelli dalle caratteristiche diversissime e non abbiamo parlato dei “pulsati” di cui parleremo prossimamente. Occhio poi alle fregature: un metal proposto a basso prezzo ma che promette di rilevare un target a profondità da “Fossa delle Marianne” è senza dubbio una fregatura.

Ne riparleremo ancora, ovviamente al prossimo appuntamento.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa