I lavoratori del calzaturificio Moreschi in protesta

VIGEVANO – CONTINUA IL PRESIDIO DELLE MAESTRANZE: CHI CI DARA’ LO STIPENDIO?

Da Nord a Sud mille e più mille le proteste dei lavoratori di tutti i comparti con gli stipendi a rischio. La protesta alla Moreschi di Vigevano continua. La triplice sindacale reclama un incontro con i vertici aziendali.

Vigevano – Continua la protesta davanti al calzaturificio Moreschi. Di prima mattina impiegati ed operai sono tornati al gazebo allestito all’ingresso della fabbrica e poco fa sono arrivati sia Mario che Stefano Moreschi. Il grido è unanime: chi ci darà lo stipendio? Dubbi e timori, infatti, riguardanol’assetto societario. Nel Consiglio di Amministrazione da marzo è entrato anche Guido Scalfi, conosciuto come “il risanatore”, titolare di un fondo di investimento.

Il presidio continua.

Ti potrebbe interessare anche ——–>>SETTIMO MILANESE – IN QUALI MANI CADRA’ ITALTEL: PIU’ DI 600 I LAVORATORI A RISCHIO.

Scalfi nel 2012 entrò nella stanza dei bottoni della Malerba, noto marchio di calze e lingerie, risolvendo i problemi finanziari ma, pur mantenendo la proprietà sul marchio, chiuse il mega stabilimento in provincia di Varese lasciando a casa centinaia di dipendenti. Con questi precedenti qualche dubbio è più che legittimo. Alla Moreschi lavorano più di 220 persone, per la maggior parte maestranze vigevanesi. I sindacati Cgil, Cisl e Uil chiedono un incontro e soprattutto rassicurazioni sul mantenimento della produzione nello stabilimento lomellino. 

Ti potrebbe interessare anche ——–>>MILANO – LAVORATORI FEDEX-TNT: PICCHETTI DI PROTESTA CONTRO 70 ESUBERI.

VIGEVANO – SCIOPERO ALLA MORESCHI CALZATURE SPA. GLI OPERAI VOGLIONO RISPOSTE.

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa