ITALIA A PICCO EUROPA SEGUE. NEL 2021 UN PO’ DI LUCE.

Nulla è possibile prevedere in questo momento ma l’istituto di investimenti più famoso del mondo si dice fiducioso per un 2021 di buona ripresa. Sino ad allora l’economia arrancherà in salita. Occhio a non scivolare. Sarebbe la fine.

Goldman Sachs, società leader che opera a livello mondiale nell’investment banking, comunica le sue stime aggiornate nell’area Euro. L’impatto con il Coronavirus è di quelli frontali, devastanti. Nell’European Daily la famosa società finanziaria prevede un Pil europeo a -9% quest’anno e +7,8% nel 2021. Per l’Italia indica un -11,6% e un rimbalzo per l’anno prossimo a +7,9%. Per la Francia la stima è un -7,4% (+6,4 nel 2021), mentre per la Germania è -8,9% (+8,5% l’anno prossimo) e per la Spagna -9,7% (+8,5% nel 2021):

Indici economici negativi sino a fine anno.

“…Ci aspettiamo una forte contrazione della crescita europea ma – fanno sapere dall’istituto finanziario di New York – l’incertezza sulle le nostre previsioni sono molto elevate data l’insolita tipologia e la magnitudo dello choc… Le previsioni dipendono molto da tre parametri: il picco di attività, la durata delle severe misure di contenimento e la velocità del successivo rimbalzo… Stimiamo che in uno scenario al rialzo, dove il declino del picco di attività è minore e il rimbalzo è più veloce di quanto ci aspettiamo, la flessione del 2020 potrebbe essere di un -6%. Ma in uno scenario fortemente negativo, con picchi di perdite più consistenti, un blocco più lungo e un rimbalzo più lento il ribasso potrebbe partire da -16% nel 2020. Presi i due parametri nel loro insieme le previsioni europee sono ancora sbilanciate verso il basso…”.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa