GIAGLIONE – VAL DI SUSA: I NO TAV RIACCENDONO LA PROTESTA. STAVOLTA DALLA LORO CORTE EUROPEA E SINDACO DI LIONE.

Non c'è pace per la Val di Susa e per la ferrovia ad alta velocità. Prima l'amianto poi il veto della Corte dei Conti Europea. E la protesta divampa da giorni.

Giaglione – I No Tav ritornano ad alzare la voce e lo fanno forti della bocciatura della Corte dei Conti Europea, che ha confermato la non sostenibilità economica dell’opera e della presa di posizione del sindaco di Lione che si oppone alla realizzazione della linea.

Protesta No Tav – PH Ivan Bianchini, Agenzia Gerta Human Reports

Ti potrebbe interessare anche ——–>>TAV IN CALABRIA? LE SOLITE BALLE COME IL PONTE SULLO STRETTO

Quelli organizzati dal “Comitato Lotta Popolare” sono stati tre giorni caratterizzati da assemblee, eventi, ma soprattutto dalla protesta inscenata con un corteo partito da Giaglione e arrivato fino ai cancelli del cantiere della Torino-Lione in Val di Susa.

Protesta No Tav – PH Ivan Bianchini, Agenzia Gerta Human Reports

Ti potrebbe interessare anche ——–>>MESSINA – PONTE SULLO STRETTO: DALL’UNITA’ D’ITALIA AL GOVERNO CONTE 160 ANNI DI MENZOGNE.

Non sono mancanti i lanci di pietre nei confronti delle forze dell’ordine che, al termine della 3 giorni, hanno identificato e denunciato 22 manifestanti, ma fortunatamente non si sono registrati feriti. Quella dei no Tav è una lotta che va avanti ormai da decenni e che adesso si è rinvigorita con l’adesione dei millennials che hanno dato vita al movimento di Fridays For Future che si sono uniti ad altri giovani che hanno deciso di sostenere la protesta. I No Tav si sentono traditi dal M5S che si è sempre detto contrario all’alta velocità Torino-Lione, ma che lo scorso anno fa detto si all’opera.

Ti potrebbe interessare anche ——–>>ROMA – SGRAFFIGNATI ALLO STATO 18,5 MILIONI DI EURO IN TANGENTI E APPALTI TRUCCATI. MILITARI E CIVILI SORPRESI CON LE MAZZETTE IN MANO.

ROMA – SENZA SOLDI A BABBO MORTO SARANNO GUAI. NON SAREBBE MEGLIO INVESTIRE SUL LAVORO?

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa