La mafia è di merda. Il mafioso no

La legge sulle querele temerarie per diffamazione contro i giornalisti è rimasta lettera morta in Parlamento. Dunque bisogna sempre stare in campana. Anche nel parlare di mafia perché se si calca la mano contro un boss si rischia la galera. Dunque bisogna prestare attenzione a certe definizioni che diffamano la persona ma non la categoria. … Leggi tutto

Colpo gobbo alla ‘ndrangheta: in manette Rocco Morabito e Vincenzo Pasquino.

Gli investigatori italiani, americani e dell’Interpol hanno eseguito indagini certosine e degne delle migliori inchieste contro il crimine organizzato. I due latitanti, che hanno goduto di sostegno, coperture e complicità a livello internazionale, si sono arresi con i loro gregari senza opporre resistenza. Il superlatitante della ‘ndrangheta Rocco Morabito, 54 anni, originario di Africo, è … Leggi tutto

Corruzione e armi per compiacere i boss?

Qualora l’inchiesta andasse avanti di questo passo potrebbero spuntare a breve altre verità inquietanti. Lo scandalo si aggiunge allo scandalo in un momento in cui la magistratura avrebbe bisogno di una profonda riforma per riacquistare la fiducia dei cittadini. Bari – L’arsenale ritrovato dalla polizia in una grande masseria nelle campagne di Andria è impressionante: … Leggi tutto

ROMA – ON. PIERA AIELLO: LETTERA APERTA A MATTARELLA CONTRO LA LIBERTÀ CONDIZIONALE AI BOSS DELLA MAFIA CONDANNATI ALL’ERGASTOLO

"…Mi domando – scrive Aiello – se alla fine il vero obiettivo non sia smantellare del tutto l’impianto di contrasto alla mafia costruito con fatica in questi anni. Con il rischio di arrivare ad abolire il carcere duro e assecondare i desiderata che Salvatore Riina elencò nel suo famoso papello…”. Egregio Signor Presidente, mi rivolgo … Leggi tutto

MILANO – SBATTETELI DENTRO: UN CENTINAIO FRA BOSS E PERICOLOSI AFFILIATI SONO ANCORA A CASA

Ne rimangono fuori un centinaio che dovrebbero tornare in carcere. Si tratta di boss pericolosi e loro sodali che hanno ammazzato senza pietà centinaia di persone. Milano – Il 22 settembre scorso è tornato dietro le sbarre Pasquale Zagaria, la mente economica del clan dei Casalesi, conosciuto anche come “Bin Laden”. Esattamente nella casa di … Leggi tutto

RISBATTIAMOLI DENTRO. PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI.

La mafia è il primo problema del Paese. Lo Stato deve provvedere immediatamente affinché i boss mafiosi tornino immediatamente in cella. Ogni giorno che passano fuori è un affronto alle vittime e alla società civile. Solitamente siamo abituati a pensare al mese di maggio come al periodo in cui si ricordano i martiri uccisi dalla … Leggi tutto

CORTEO FUNEBRE PER ROSARIO SPARACIO

In spregio alle restrizioni governative i boss messinesi sono liberi di celebrare funerali e cortei funebri. Qualcosa non ha funzionato nel sistema di sorveglianza degli spostamenti. Messina – Appena battuta la notizia abbiamo dovuto verificarne il contenuto più volte ma a quanto pare sulla veridicità dell’informazione non ci sarebbero dubbi: tra le 15 e le … Leggi tutto

LE RESTRIZIONI FREGANO LA MAFIA

Sono sempre di più i boss e affiliati alla mafia latitanti arrestati da Finanza e Carabinieri durante i controlli anti contagio. Per tre anni è sfuggito all’arresto rifugiandosi tra il Belgio e la Calabria, ma alla fine a fregarlo è stato il Covid-19. Giuseppe Cozzolino, 52 anni, originario di Cosenza, con precedenti per traffico di … Leggi tutto

ROMA CAPUT MUNDI DELLE MAFIE INTERNAZIONALI

Nei ristoranti del centro si danno appuntamento i boss della criminalità organizzata di mezzo mondo per incontri strategici e concertare affari sporchi Roma è divorata dalle mafie. A Roma la mafia c’è (a prescindere dagli esiti dell’inchiesta sul “mondo di mezzo”). Analizzare seriamente questi temi impone di essere molto precisi, e leggere ed ascoltare determinati … Leggi tutto