ROMA – NASCE L’ASSOCIAZIONE FAMILIARISTI ITALIANI PER L’ASCOLTO E L’AIUTO DELLA FAMIGLIA

In tempi di crisi economica e sociale sono soprattutto le famiglie ed i minori ad avere bisogno di uno spazio di ascolto e sostegno, dal settore legale a quello psicologico.

Roma – La tutela dei diritti della famiglia e dei minori sul territorio è la principale finalità dell’Associazione Nazionale Familiaristi Italiani, costituitasi a Roma come associazione di promozione sociale e senza fini di lucro, grazie alla volontà e l’impegno di avvocati, psicologi e mediatori familiari.

Numerose sono le attività di cui l’Associazione si occupa: dalla consulenza all’assistenza legale, psicologica, di mediazione, sino alla funzione divulgativa attraverso pubblicazioni, scritti, seminari, convegni formativi in costante aggiornamento sul tema della famiglia e su quanto si collega ad essa.

“…La presenza di avvocati e consulenti familiaristi, ha l’obiettivo di creare, sul territorio nazionale, un collegamento e un reciproco scambio di competenze professionali fra tutti i soggetti che, a vario titolo, si occupano della famiglia e dei minori. Inoltre è previsto uno Sportello Consulenza per tutti coloro i quali desiderino raccontare le proprie storie, approfondire, studiare, proporre ricerche e materiale sul tema dell’alienazione genitoriale. Infine si vuole rendere attiva la presenza di un Centro Studi attraverso il quale tutti i professionisti che si occupano a vario titolo di famiglia e minori, possono analizzare tutti i fenomeni che riguardano il panorama familiare e minorile  spiega l’avvocato Carlo Ioppoli, presidente del sodalizio.

L’avvocato Carlo Ioppoli
Uno sguardo particolare viene rivolto ai minori, che soprattutto in seguito allo scoppio dell’emergenza sanitaria, si sono trasformati in vittime invisibili. Un tema prioritario per il Centro è proprio quello di riportare i minori al centro dei programmi delle Istituzioni, scolastiche e non.
L’ascolto del minore presuppone, però, la presenza attiva e la vicinanza fisica ed emotiva con un adulto esperto che in questo caso è rappresentato da Avvocati e Consulenti familiaristi a cui è delegato anche il compito di interagire e ascoltare.
Una intuizione quella dell’Avvocato Carlo Ioppoli che potrebbe scardinare determinati meccanismi che ingessano il diritto di famiglia mettendo alla luce l’aspetto empatico e umano della professione forense.
Ti potrebbe interessare anche —->>
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa