MILANO, INCENDIO VIA ANTONINI, DE CORATO: Il COMUNE PRENDA ACCORDI CON HOTEL PER GLI SFOLLATI E RISPONDA PER COSTITUZIONE PARTE CIVILE

ll sindaco Beppe Sala non avrebbe ancora dato risposta sulla costituzione del Comune di Milano come parte civile nel procedimento penale per l’incendio di via Antonini su cui la Procura ha aperto un’inchiesta contro ignoti.

“...Come non ha dato alcuna risposta sull’insignire dell‘Ambrogino d’Oro i vigili del Fuoco per l’ottimo e tempestivo intervento – ha detto Riccardo De Corato, membro della direzione nazionale FdI lo stesso Sala ha potuto constatare con i suoi occhi l’impegno dei pompieri che hanno operato per spegnere l’incendio fino ad ustionarsi le mani…”.

Riccardo De Corato

“...Per quanto riguarda gli sfollati: è chiaro che gli hotel convenzionati con il Comune che li ospitano non possono essere ubicati dalla parte opposta della città – aggiunge De Corato per come si trovano attualmente e considerando che nelle famiglie che hanno perso la casa nell’incendio ci sono bambini che tra pochi giorni riprenderanno le scuole. Per questo motivo mi auguro che il Comune si impegni a trovare tra oggi e domani un accordo con l’hotel Quark, vicino a via Antonini, nel quale molti sfollati stanno alloggiando a spese proprie e che Sala, proprio oggi in occasione dell’incontro con gli abitanti della ‘Torre del Moro’, dia a loro la certezza di aver risolto la questione…”.

“…Ovviamente – conclude De Corato nel caso in cui emerga dalle indagini che il materiale utilizzato non sia realmente Alucobond (composto da pannelli d’alluminio con una coibentazione minerale non infiammabile), come sembrerebbe e contrariamente a quanto pare abbia invece dichiarato nell’immediatezza dell’incendio l’amministratore del condominio, il Comune potrà rivalersi sulla proprietà chiedendo i danni e facendosi risarcire le spese affrontate per ospitare gli sfollati nell’hotel…“.

Massimo Girtanner

“…Ci sono decine di famiglie che nell’incendio di domenica hanno perduto tutto quello che avevano – ha evidenziato Massimo Girtanner, già presidente di Municipio 6, candidato al Consiglio comunale di Milano – molte delle quali stanno, sicuramente, pagando le rate del mutuo per l’acquisto di quegli appartamenti andati in fiamme. Il Governo deve subito intervenire con le banche per stoppare queste rate, in attesa che venga fatta chiarezza sulle responsabilità e le assicurazioni risarciscano i danni...”.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa