LAMPEDUSA – ESODO DA RECORD: PIU’ DI UNO SBARCO L’ORA. SITUAZIONE INSOSTENIBILE

Sbarchi e ancora sbarchi come se piovesse. Gli accordi Con Tunisia e Libia, indubbiamente, non hanno funzionato. Oppure il ricatto continua per alzare la posta?

LampedusaUno sbarco l’ora. Anzi di più: 26 nelle ventiquattr’ore. Un record assoluto. Decine e decine i barchini che giungono principalmente dalla Tunisia (la nazione che ci aveva promesso di vigilare e contenere l’esodo a fronte di servizi, mezzi e un bel po’ di quattrini) con centinaia di migranti che trasbordano da Cala Creta al molo della Madonnina. L’hotspot è al collasso: delle 192 persone che può contenere sino a ieri sera se ne contavano oltre mille. Con tutti i problemi di Covid ed altri che si possono immaginare.

Nelle ultime ore ad arrivare sulle coste pelagiche sono state 3 imbarcazioni: un barchino, con una ventina di persone a bordo, è stato avvistato e soccorso dalle motovedette della Guardia Costiera e Guardia di Finanza. Altre 2 piccole imbarcazioni, con a bordo complessivamente 19 tunisini, sono arrivate al molo commerciale. Sono sette in tutto gli sbarchi registrati dalla mezzanotte per un totale di 113 migranti. Ancora più pesanti i numeri registrati ieri con l’arrivo di 16 barchini con 260 immigrati.

Altri 49 migranti, tutti tunisini, sono sbarcati a Marzamemi, in provincia di Siracusa. Da giugno ad oggi, secondo fonti del Viminale, sono stati 4.086 i migranti trasferiti dalla Sicilia in altre aree del Paese. 55 quelli rimpatriati. 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa