Covid-19: i vaccini oggi e la risposta citochimica

In occasione dell’inaugurazione dell’Anno Accademico 2021-2022 l’interessante simposio organizzato dal noto ente accademico di Torino. Introdurrà i lavori Guido Gasparri, ordinario di Chirurgia Generale. Incontro scientifico in presenza e per via telematica.

Torino – Il 26 novembre prossimo, alle ore 17.30, si svolgerà la seduta inaugurale dell’Anno Accademico 2021/2022 dell’Accademia di Medicina di Torino. L’incontro avverrà in presenza, pur continuando la trasmissione via web. Guido Forni, accademico dei Lincei, terrà una lettura dal titolo “COVID-19: i vaccini oggi e la risposta citochinica”. L’incontro verrà introdotto da Guido Gasparri, professore Ordinario di Chirurgia Generale e socio dell’Accademia di Medicina.

Guido Forni

Subito dopo l’infezione da parte del virus della COVID-19, sensori cellulari innescano la rapida produzione degli interferoni. Tuttavia questa fondamentale reazione antivirale può essere bloccata dalle proteine codificate dal virus. Inoltre, deficit non precedentemente rilevati nella produzione degli interferoni possono limitare l’efficacia di questo fondamentale meccanismo di difesa.

Successivamente la progressione della COVID-19 è caratterizzata da un’infiammazione generalizzata dovuta alla produzione di citochine pro-infiammatorie che giocano un ruolo centrale nell’insorgenza delle gravi insufficienze d’organo che caratterizzano questa malattia.

Mentre attualmente si sta valutando il ruolo di farmaci antivirali, sono i vaccini che stanno avendo un ruolo centrale nel controllo della diffusione della COVID-19. Nuove tecnologie genetiche hanno permesso di preparare vaccini efficaci a velocità stellare.

La reazione primaria suscitata da questi vaccini protegge efficacemente dal virus. Invece ciò che non è ancora chiaro è per quanto tempo persista la memoria immunitaria preventiva. Mentre quasi la metà della popolazione mondiale ha ricevuto almeno una dose del vaccino, meno dell’1% delle persone dei Paesi a basso reddito è stata vaccinata.

Questa drammatica asimmetria non solo lascia miliardi di persone vulnerabili al virus, ma anche favorisce l’emergenza di nuove varianti del virus, varianti che possono sgusciare tra le maglie della protezione indotta dal vaccino.

Guido Forni è autore di oltre 250 pubblicazioni su giornali scientifici internazionali ed ha curato la preparazione di vari libri scientifici e di testo per l’insegnamento dellImmunologia.

Si potrà seguire l’incontro sia accedendo all’Aula Magna dell’Accademia di Medicina di Torino (via Po 18, Torino), previa prenotazione da effettuare via mail all’indirizzo accademia.medicina@unito.it e dietro presentazione del Green Pass, sia collegandosi da remoto al sito www.accademiadimedicina.unito.it.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa