Autostrade per l’Italia all’Italia

Fine dell’era Benetton. Adesso ci si attende un cambio di tendenza specie per quanto riguarda prevenzione, sicurezza, prezzi e servizi. La società era nata nel 1950 quando l’Iri costituì la Società autostrade concessioni e costruzioni che aveva l’obiettivo di ricostruzione delle vie di comunicazione distrutte dal secondo conflitto bellico e indispensabili per spingere la nascente economia nazionale.

Roma – Dopo 3 anni dalla tragedia del Ponte Morandi e dopo 22 dalla privatizzazione Autostrade per l’Italia torna in mano pubblica. La maggioranza dei soci di Atlantia ha approvato la cessione al consorzio guidato da Cassa depositi e prestiti e dai fondi Blackstone e Macquarie. Il 10 giugno è stata indetta la riunione del CdA e solo dopo le decisioni del consesso amministrativo si ufficializzerà il passaggio che ha un valore di circa 9,3 miliardi di euro.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa