ALGHE E ANANAS PANACEA PER LO STOMACO

Una volta contro il logorio della vita moderna c’era il Cynar di cui ricordiamo la pubblicità di Ernesto Calindri. Oggi alghe e ananas ci aiutano contro i malanni dello stress

Il fenomeno del reflusso gastroesofageo è una delle malattie moderne in più veloce sviluppo, perlomeno a giudicare dall’enorme aumento di pubblicità per i farmaci a questo scopo, e raggiunge forse il 10% della popolazione. Si può affrontare tale malattia con dei sintomatici che allevino immediatamente il bruciore, utilizzando rimedi a base di alginato, composto di mucillagini estratte dalle alghe. Si tratta di pastiglie che, inghiottite dopo i pasti, si gonfiano d’acqua nello stomaco, producendo letteralmente un tappo di materiale gelatinoso, che impedisce la risalita degli acidi e forma al tempo stesso uno strato protettivo della mucosa gastrica. Bisogna comunque gestire lo stress, vera causa del problema, che nell’uomo colpisce di più lo stomaco e nella donna l’intestino.

 Nel frattempo possiamo contenere questo stato con alte dosi di bromelina di ananas, un potentissimo antinfiammatorio. Questa agisce su tutto il corpo compreso l’intestino, che, molto probabilmente, contribuisce all’infiammazione dello stomaco. E’ importante gestire la cosa con i fermenti intestinali, per sostenere e alimentare i nostri batteri “buoni”, e farli competere meglio con i batteri pro infiammatori intestinali.

 Correggere la dieta è fondamentale, non soltanto limitando fortemente o diluendo alimenti ovviamente irritanti come alcol, caffè, limone, aceto, fritti ecc., ma anche riducendo i dolci e sopratutto il cacao, perché pro infiammatorio del corpo. Nell’intestino è anche possibile la presenza di una candidosi, dovuta ad abuso farmaci ed eccesso di dolci. Oltre a cambiare la dieta è quindi indispensabile l’uso del Lapacho (Tabebuia) come anticandida, che oltretutto combatte efficacemente l’Helicobacter pylori nello stomaco, assieme a rigenerare il muco gastrico, in genere compromesso da certi farmaci. In questo caso il Lapacho va utilizzato in decotto (per evitare l’alcol). Tra l’altro si tratta di una pianta di buon sapore e quindi piacevole, oltre che ottimo stimolante immunitario.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa