ZAP E IDA, RISATE A CREPAPELLE

La simpatica coppia di vignettisti realizza esilaranti personaggi appartenenti a tutte le categorie della natura, dagli animali all’uomo. E poi satira e comicità anche per la promozione di prodotti industriali e commerciali

BOLOGNA – Li vediamo sempre più spesso fuori e non dentro le librerie del Bel Paese. Un banchetto, libri, fogli di carta e pennarelli ma non raccolgono firme. Lavagne, cavalletti e manifesti zeppi di vignette ironiche e satiriche ma non sono un movimento politico. Adesso ripropongono le magliette che si gonfiano una volta immerse nell’acqua per comunicare alla gente una sorta di visione ideale della vita umana e del mondo animale. Se a tutto questo aggiungiamo che sono anche straordinari scrittori di libri gialli allora non possiamo che parlare di Zap e Ida, al secolo Ida Cassetta, 54 anni e Vincenzo Zapparoli, 64 anni, la coppia di intellettuali umoristi che sta spopolando nelle strade delle maggiori città italiane.

Ecco l’ennesima vignetta di Zap che fa ridere ancora prima di essere ultimata.

Nelle loro vignette satiriche bacchettano tutti, da destra a sinistra passando per il centro, grillini e leghisti compresi:

…I pochi di Forza Italia con le mani pulite hanno rubato il sapone? – scrive Zap col suo pennarello nero – Berlusconi ai servizi sociali? Certo, perché sarebbe inutile rinchiudere in galera uno espertissimo in… evasione!. I conti in rosso sono nobili di Sinistra? Un ministro senza portafoglio i soldi se li intasca direttamente? Volendo giocare a Guardie e Ladri in parlamento…le guardie sarebbero costretti a farle venire da fuori… A.A.A. Onorevole onesto, stanco solitudine, cerca lavoro alternativo…”.

E cosi via in un crescendo di esilaranti disegni e caricature che Zap e Ida personalizzano a chi acquista una maglietta o un loro prodotto editoriale. Noi li abbiamo incontrati davanti alla libreria Mondadori di Bologna, in pieno centro storico, dove la coppia ha attratto l’attenzione di turisti e visitatori per una giornata intera:

Ecco l’ennesima vignetta di Zap che fa ridere ancora prima di essere ultimata.

“…Abbiamo iniziato alla fine degli anni 80 – racconta Ida – con i nostri blitz all’esterno delle librerie italiane per presentare al pubblico i diversi libri che abbiamo scritto per Mondadori, Rcs ecc… Zap ha iniziato in tv con Bonolis a Bim-bum-bam dopo ci siamo conosciuti e abbiamo iniziato ad ideare linee di t-shirt particolari ma negli anni ’90 ce le siamo ritrovate in tutte le Standa d’Italia perché Berlusconi ci aveva superato con le larghe tirature!  Il nostro mercato è crollato e noi abbiamo accantonato il progetto che, adesso, stiamo riproponendo in chiave totalmente diversa e innovativa. La prima maglietta distribuita in tutta Italia riguarda il calembour del Gatto ovvero un particolare gioco di parole che si basa sull’omofonia delle parole che si scrivono in maniera identica o simile ma hanno significato diverso… Quindi si parla di sfi-Gatto, di dro-Gatto, di Gatt-uso e cosi via con ben sedici varianti stampati sul petto della maglietta in cotone 100% che si espande sino alla misura voluta immergendola in acqua. La prossima riguarderà il Cane…”.

Magliette a parte i due simpatici personaggi si sono cimentati anche nella stesura di libri satirici e, soprattutto, avvincenti libri gialli: “…La satira è salutista – aggiunge Zap – ridere è una valvola di sfogo che fa bene al corpo e alla mente. Quelli che non ridono prima o poi ruberanno, trufferanno e uccideranno. Alcuni di loro entreranno addirittura in politica…”. Poi è venuto “Passi” per i tipi della Giraldi Edizioni. Un libro noir che racconta le attività di polizia di un commissario bolognese in forza alla locale questura nella città delle due Torri: “…Molti degli indiziati, pur innocenti, si riveleranno portatori di scheletri nell’armadio, un po’ come tutti noi – evidenziano Zap e Ida – tutti gli omicidi vengono preceduti dal rumore di passi misteriosi. Su di essi indaga il commissario capo Amareno Fabbri…”.

I mici di Zap e Ida.

La coppia di letterati invita soprattutto al sorriso. Divertirsi e divertire e ci provano ancora con le loro battute che trasformano magicamente in vignette esilaranti. Da qualche anno la simpatica coppia di vignettisti realizza pubblicità per aziende promuovendo e divulgando prodotti alla loro maniera ovvero facendo ridere a crepapelle gli eventuali clienti: “… Haca toro è il grido del torero o l’esortazione del veterinario toscano ad un bovino stitico? Anche nel bagno il caffè va servito in…tazza? La preside è sempre pulita perché tutte le mattine si fa il bidéllo?”. E come si può rimanere impassibili?

Zap con le sue Tette.
i due fraticelli…
Solo una parte dei lavori della vulcanica coppia di artisti.
Zap e Ida.

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa