ACQUISITA LA DOCUMENTAZIONE DELL’UE NELLA CAUSA SULL’IVA A TRIESTE E NEL SUO PORTO

Continua la causa del Territorio Libero contro il governo italiano

Trieste – Si è svolta il 18 febbraio scorso, nell’aula della corte d’Assise del tribunale di Trieste, davanti al giudice Francesca Ajello, la seconda udienza della causa civile di primo grado n. 4227/19 intentata nei confronti del Governo italiano sull’applicazione dell’IVA al territorio ed al porto di Trieste.

 

La causa è stata mossa dalla International Provisional Representative of the Free Territory of Trieste – I.P.R. F.T.T. con l’intervento di oltre 360 cittadini ed imprese. L’utilizzo dell’aula d’Assise si è reso necessario per lo straordinario numero delle parti attrici.

I ricorrenti hanno depositato copia dell’intervento dell’8 febbraio della I.P.R. F.T.T. nella procedura d’infrazione State aid SA.38399 (2018/E) Corporate Taxation of Ports in Italy, aperta in materia fiscale dalla Commissione Europea nei confronti dell’Italia. Il giudice ha acquisito la relativa documentazione e fissato la successiva udienza per il 20 ottobre 2020.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa