Vaccini antinfluenzali

VACCINI? MEGLIO ERBE E DIGIUNO PER COMBATTERE L’INFLUENZA

Come combattere l’influenza: il digiuno è un potentissimo strumento di auto guarigione

Mediamente, solo il 7% delle apparenti influenze sono dovute al classico virus influenzale che “viene dall’oriente”, e in Italia, nel 2005-6, addirittura il 4% (dati ministeriali). Il resto è causato altri virus e batteri.
Per compensare il freddo produciamo più calore, ma si tratta di energia sottratta alle funzioni del corpo, che diventa vulnerabile se in squilibrio alimentare e psicologico per stress, e la febbre influenzale è allora una difesa naturale.

test vaccini antinfluenzali

Se l’influenza è già cominciata violentemente, solo un clistere può fermarla in un giorno, insieme al digiuno e a una bella “sudata”, da provocarsi bevendo ad esempio acqua calda, il miglior antifreddo. Meglio ancora tisane, assieme alla borsa dell’acqua calda sotto i piedi o sul petto. La migliore tisana contro la febbre è a base di zenzero. Poi è importante restare a digiuno finché non si sta meglio.

Influenza

Questi sono i rimedi principali indicati dall’erboristeria. Il professore italiano Valter Longo, direttore del Longevity Institute della University of Southern California, ha firmato uno studio del 2014 dove afferma le seguenti cose: 1) il digiuno totale induce le cellule staminali a produrre nuovi globuli bianchi, che combattono le infezioni, e ciò vale soprattutto per gli anziani, il cui sistema immunitario diventa sempre meno efficace, rendendo più difficile per loro combattere anche le malattie più comuni; 2) può andare bene anche un digiuno intermittente (mezza giornata di digiuno) o un’attività fisica intensa: per il cervello si tratta comunque di sfide cognitive, che promuovono la crescita di neuroni e la formazione e il rafforzamento delle loro sinapsi; 3) il digiuno è un potentissimo strumento di auto guarigione e va praticato una volta a settimana (il venerdì?) o per 5 giorni di seguito nei casi gravi; 4) con il digiuno, l’organismo smette di essere resistente all’insulina, principale causa del diabete 2 ed i benefici durano per almeno tre mesi.

ginger antinfluenzale

Un ultimo consiglio lo dà il dottor Fontana, collega del prof. Longo: “per rallentare l’invecchiamento e migliorare il metabolismo, è opportuno concentrare il cibo nelle prime otto ore della giornata.
Infatti mangiare immediatamente dopo essersi svegliati porta il metabolismo al 100%. Evitando di mangiare seriamente la sera, digeriamo e dormiamo meglio, requisiti fondamentali per una buona salute.
La tradizione popolare viene così confermata dalla scienza.

influenza

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa