HOME | LA REDAZIONE

Oggetti per feste pericolosi: cartoleria nei guai

Sequestrati 13.000 articoli non conformi e potenzialmente dannosi per la salute pubblica. Teatro dell’operazione, una cartoleria dove sono stati rinvenuti oggetti illeciti per feste e party.

Bologna – Nei giorni scorsi i finanzieri del Comando provinciale felsineo hanno eseguito, presso alcuni esercizi commerciali della provincia, una serie di controlli finalizzati al contrasto dell’illecita commercializzazione di prodotti non conformi e potenzialmente dannosi per la salute pubblica, sequestrando oltre 13.000 articoli di vario tipo.

In una cartoleria di Bologna, infatti, le Fiamme Gialle del 1° Nucleo Operativo Metropolitano hanno sequestrato oltre 12.500 articoli per feste, party ed eventi privi delle informazioni al consumatore previste dal D.Lgs. n. 206/2005 (cd. “Codice del consumo”) quali le istruzioni per l’uso, l’indicazione dell’importatore, ecc. Oltre al sequestro, è stata comminata una sanzione amministrativa fino a un importo massimo di 25.823 euro.

Contestualmente, i finanzieri della tenenza di Molinella hanno rivenuto all’interno di un negozio locale circa 500 articoli di abbigliamento (t-shirt, pantaloncini, giubbotti, ecc.) privi delle medesime informazioni, con particolare riferimento all’indicazione dell’importatore. Anche in questo caso i prodotti sono stati sottoposti a sequestro e all’esercente è stata comminata la prevista sanzione amministrativa.

Le attività descritte testimoniano il costante impegno della componente territoriale della Guardia di Finanza di Bologna nell’azione di prevenzione e repressione alla diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza, a tutela della salute dei cittadini e dei commercianti onesti e rispettosi delle regole del mercato.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Stampa