MIELE NON SOLO LECCORNIA MA STRAORDINARIO MEDICAMENTO

A rischio la sua produzione per il protrarsi della moria di api che, negli ultimi anni, ha preoccupato gli scienziati alla ricerca di una soluzione

Le antiche civiltà usavano il miele come rimedio naturale per tutti i tipi di disturbi, quali problemi gastrointestinali, problemi cardiovascolari, del fegato, scottature e ferite infette. Addirittura il miele sembra agire brillantemente sulla candida vaginale, con applicazioni locali (South Africa Medical Journal 1989).

Oggi questo prodotto è noto per l’abbondanza di fitonutrienti e per le sue proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, cardioprotettive, antitumorali e antimicrobiche. In uno studio pubblicato sul Journal of Natural Products, i ricercatori della Repubblica Ceca hanno identificato una serie di proteine responsabili delle proprietà antimicrobiche del miele, che lo rendono ideale per il trattamento delle ferite. A questo riguardo, il miele di manuka (australiano), è il più efficace (e costoso) su più di 250 ceppi clinici di batteri, tra cui le varietà resistenti agli antibiotici.

Il miele è un buon emolliente, quindi una sostanza che allevia l’irritazione in bocca o della gola, formando un film protettivo. Per non togliervi la poesia, vi risparmiamo la descrizione esatta del metodo usato dalle api, sappiate solo che è polline “masticato”. Abbiamo però il problema della sua genuinità. Anche per la progressiva scomparsa delle api, in commercio si trova per lo più miele adulterato con una grande percentuale di fruttosio aggiunto, il ché lo priva del suo valore, e anzi lo rende “velenoso”. Il miele biologico (non pastorizzato) è l’unico vero prodotto sano, ferma restando la necessità di non abusarne, essendo comunque essenzialmente zucchero, per quanto “integrale”.

Il miele con un colore scuro ha un sapore più forte e un maggiore contenuto di antiossidanti. Per fare il miele, le api europee raccolgono il nettare da fiori diversi e li riportano all’alveare per maturare. Ciò conferisce al miele una consistenza viscosa e un sapore dolce e caratteristico. Lontano da aria e acqua, il miele può essere conservato a tempo indeterminato.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa