HOME | LA REDAZIONE

ilgiornalepopolare vicenza

I cittadini segnalano insicurezza e degrado: reiterati controlli

Si è conclusa una ulteriore fase delle operazioni straordinarie interforze di controllo del territorio vicentino. Le operazioni di polizia si sono concentrate nelle aree a rischio individuate anche a seguito di segnalazioni pervenute da cittadini.

Vicenza – La prevenzione e la repressione dei vari fenomeni delinquenziali e delle problematiche che derivano dal degrado urbano – in particolare lo spaccio di sostanze stupefacenti e gli episodi di microcriminalità diffusa –, che solitamente si manifestano in alcune specifiche aree dei vari contesti cittadini, rappresentano un obiettivo primario, da perseguire in tutti i Comuni della provincia, e ciò al fine di garantire un’elevata qualità della convivenza civile. L’operazione di polizia effettuata, infatti, si colloca nel progetto di mantenere costante la presenza delle forze dell’ordine su tutto il territorio provinciale, mediante l’effettuazione di sistematiche e mirate attività di prevenzione generale e di controllo di pubblici esercizi in quei contesti comunali ove i sindaci, nella loro funzione di autorità locali di pubblica sicurezza, hanno segnalato alle autorità provinciali – prefetto e questore – la presenza di  particolari problematiche attinenti alla sicurezza urbana.

Le operazioni di Polizia si sono concentrate in quelle aree a rischio della città di Thiene individuate anche a seguito di segnalazioni pervenute da cittadini. I controlli hanno interessato in particolare l’ex hotel in disuso “LA TORRE”,  l’ex albergo ristorante “CUCCARI’S” e le zone adiacenti al parcheggio pubblico Nova Thiene ed i limitrofi immobili in stato di degrado ed abbandono.

Lo scopo di queste attività di polizia è quello di contrastare, con un’ampia presenza e visibilità delle forze dell’ordine, i fenomeni di illegalità che causano una diffusa percezione di “insicurezza” nei cittadini, quali lo spaccio di stupefacenti, i reati contro il patrimonio ed in generale i fenomeni di microcriminalità connessi ai reati di tipo predatoriononché quello di evitare che soggetti molesti assumano comportamenti inurbani e pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Nel corso delle varie operazioni di polizia – effettuate con l’impiego di operatori appartenenti alla questura, alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Locale di Thiene, con l’intervento del reparto prevenzione del crimine della polizia di Stato – sono stati controllati complessivamente – anche nel corso dei 5 posti di controllo effettuati lungo le arterie che conducono alla città – 87 autoveicoli e 113 persone, di cui 23 stranieri e 22 con precedenti penali e/o di polizia.

Al termine delle attività operative il questore ha adottato i seguenti provvedimenti:

·      1 Avviso Orale (Misura di Prevenzione prevista dal Codice delle leggi antimafia) nei confronti di un cittadino italiano con precedenti penali e/o di Polizia per reati di varia natura contro il patrimonio, contro la persona ovvero per spaccio di sostanze stupefacenti, i quali, a causa dei precedenti a loro carico denotano una spiccata pericolosità sociale.

“Queste operazioni di polizia, in particolar modo le attività di prevenzione e di vigilanza effettuate nei parchi pubblici ed all’interno di edifici abbandonati sono di fondamentale importanza per prevenire e contenere quei fenomeni devianti e quelle manifestazioni delinquenziali che incidono in maniera evidente sulla sicurezza dei cittadini” ha evidenziato il questore Sartori.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Stampa